SAN - Strumenti di ricerca online

Archivio Abenante - Martucci

  • Collezione
  • Estremi cronologici: 1760 - 1875
  • Consistenza: Buste 30, Fascicoli 404, Registri 2, Libri di Cassa 22
  • Storia archivistica:
    L'archivio Martucci è dotato della dichiarazione di notevole interesse storico - pertanto sottoposto alla disciplina del Decreto Legislativo 29.X.1999, n.490 recante il "Testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali", a norma dell'art.1 della Legge 8.X.1997, n.352" (Supplemento ordinario della "Gazzetta Ufficiale" n.302 del 27.XII 1999) - emessa dal Soprintendente Archivistico per la Calabria dott.ssa Lia Domenica Baldissarro il 6.II.1987 per i seguenti motivi: "La famiglia Abenante, oltre che essere una delle famiglie nobili della Sibaritide, detenne una florida attività commerciale inerente la produzione ed il commercio di pece, liquirizia e seta. Si unì alla famiglia Martucci a seguito del matrimonio tra Nicoletta Abenante e un Martucci - Fabio - avvenuto ai primi dell'Ottocento (1809 o 1810). Il materiale ritrovato integra, sia nella sua parte più antica che in quella moderna l'archivio Martucci già dichiarato di notevole interesse storico". L'Archivio Abenante - Martucci, oggi riordinato e inventariato, grazie alla collaborazione posta in essere fra Soprintendenza Archivistica per la Calabria e Archivio di Stato di Cosenza, che ha sortito benefici effetti per la tutela e valorizzazione del patrimonio archivistico del Cosentino in generale e della Sibaritide in particolare, abbraccia un periodo storico che va dal 1760 al 1875. E' conservato in un armadio ligneo al secondo piano del Palazzo Martucci, sito alla piazza Martucci nel cuore del Centro Storico di Rossano (CS).
  • Criteri di ordinamento:
    L'ordinamento dell'Archivio Abenante - Martucci ha richiesto particolare cura, anche da parte dei funzionari della Soprintendenza Archivistica di Reggio Calabria, perchè era totalmente disordinato e confuso con l'archivio della famiglia Martucci. Dopo la schedatura di tutte le unità archivistiche si è proceduto alla suddivisione dei due complessi documentari e alla ricostituzione dele serie in cui l'archivio in oggetto e alla ricostituzione delle serie in cui l'archivio in oggetto si articola. Sulla base del legame interno delle carte si è predisposto l'inventario suddiviso nelle seguenti serie: I. CARTE FAMILIARI II. PATRIMONIO III. AMMINISTRAZIONE IV. CORRISPONDENZA E CARTE DIVERSE V. CARTE GIUDIZIARIE. Stabilito l'ordine delle serie, si è adottato, un numero di corda progressivo per tutti i registri, i volumi e le buste e una numerazione interna partente da uno per i fascicoli di ciascuna serie.